Il miele di Manuka UMF della Nuova Zelanda può essere utile nel contrastare ceppi batterici resistenti grazie al metilgliossale che insieme ad altri composti unici presenti nel miele di Manuka UMF svolgono un'attività che non è legata al perossido di idrogeno (contenuto anche nei comuni mieli).

Ha effetti antibatterici anche quando l'attività del perossido di idrogeno è ostruita e il livello di pH del miele è basso.

A seconda delle gradazioni UMF il miele di Manuka è utile per diversi disturbi:

  • UMF 5+(83+MGO): Supporta il sistema immunitario e migliora il benessere generale dell’organismo rinforzandolo.

  • UMF 10+(263+MGO): Efficacia per situazioni di media entità come bruciore di stomaco, può essere utilizzato anche esternamente nell’applicazione cutanea.

  • UMF 15+(514+MGO): Risulta maggiormente attivo grazie all’attività antibatterica  forte.

  • UMF 20+(829+MGO): Azione attiva antibatterica molto alta quando serve il meglio.